Reggio Calabria abbraccia e saluta il #Giro100. Vincenzo Nibali è la star più attesa dagli sportivi reggini all’Arena dello Stretto

nibali3Vincenzo Nibali arriva per ultimo al foglio firma nel catino dell’Arena dello Stretto come una rock star sul palco prima del concerto. E’ lui il ciclista più atteso dai reggini, da quelli che sono accorsi in massa per festeggiare il ritorno del “Giro d’Italia” a Reggio Calabria e da quelli che stanno guardando le operazioni preliminari della sesta tappa davanti alla tv. E’ lui l’atleta più acclamato, quello accerchiato dai tifosi, stretto nel loro abbraccio. Lui si presta, tira i freni della sua specialissima, si ferma a parlare, a firmare autografi. E’ il protagonista assoluto mentre la sua Messina, che ieri ha visto trionfare il colombiano Fernando Gaviria che si è vestito di ciclamino, gli guarda le spalle.

Il sindaco Giuseppe Falcomatà ha dato il via ufficiale alla sesta tappa che, dopo 217 chilometri, porterà la carovana sotto lo striscione d’arrivo di via Pantana nel cuore di Terme Luigiane. Dopo le cinque tappe insulari in Sardegna e Sicilia, la Corsa Rosa tocca la terza regione, la Calabria, e con essa raggiunge la penisola italiana. Tappa sostanzialmente pianeggiante con alcune asperità nella prima parte e con arrivo finale in cima allo strappo di Terme Luigiane, possibile trampolino di lancio per i finisseurs. Mauro Vegni, direttore della “corsa rosa”, con il suggestivo sfondo dello Stretto di Messina ha fatto da cicerone a Christian Prudhomme, Direttore del Tour de France.

arenaReggio Calabria ha fatto la sua parte. Una folla attenta e numerosa ha atteso l’arrivo delle squadra professionistiche in corsa nella centesima edizione del Giro d’Italia. Ha visto sfilare i 191 protagonisti della gara, li ha abbracciati e salutati dopo il pronti via nella speranza che  la Rcs Sport riconosca alla Calabria l’onore di ospitare una delle più importanti corse a tappe del panorama internazionale anche il prossimo anno.

Per gli appassionati di ciclismo, poi, l’organizzazione della corsa ha reso noti i nominativi dei corridori che saranno seguiti e monitorati durante la sesta tappa. Per gli appassionati dei watt sarà possibile seguire in diretta gli sforzi dei propri beniamini. Nella sesta tappa, infatti, i seguenti corridori saranno dotati del dispositivo per il monitoraggio dati in tempo reale di Velon: 41 Tejay Van Garderen, 44 Ben Hermans e 45 Manuel Quinziato (BMC Racing Team); 1 Vincenzo Nibali, 8 Kanstantsin Siutsou e 9 Giovanni Visconti (Bahrain – Merida); 53 Sam Bennett e 58 Lukas Pöstlberger (Bora – Hansgrohe); 61 Pierre Rolland e 69 Michael Woods (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team); 144 Omar Fraile, 141 Nathan Haas e 148 Daniel Teklehaimanot (Team Dimension Data); 102 Sean De Bie e 100 André Greipel (Lotto Soudal); 111 Nairo Quintana, 112 Andrey Amador e 114 Daniele Bennati (Movistar Team); 121 Adam Yates, 122 Alexander Edmondson e 123 Caleb Ewan (Orica – Scott); 131 Bob Jungels, 137 Davide Martinelli e 135 Fernando Gaviria (Quick-Step Floors); 161 Steven Kruijswijk e 163 Victor Campenaerts (Team Lotto NL – Jumbo); 171 Mikel Landa Meana e 179 Geraint Thomas (Team Sky); 181 Tom Dumoulin, 182 Phil Bauhaus e 187 Georg Preidler (Team Sunweb); 191 Bauke Mollema, 196 Giacomo Nizzolo e 199 Jasper Stuyven (Trek – Segafredo); 201 Rui Alberto Faria Da Costa, 205 Sacha Modolo e 202 Valerio Conti (UAE Team Emirates); 218 Cristian Rodriguez Martin e 214 Giuseppe Fonzi (Wilier Triestina – Selle Italia); 93 Alexander Foliforov, 91 Sergey Firsanov e 98 Evgeny Shalunov(Gazprom – Rusvelo); 73 Felix Grosschartner e 71 Jan Hirt (CCC Sprandi Polkowice). I dati in tempo reale possono essere visualizzati su www.giroditalia.it

missVenendo, infine, al percorso della prima corsa del #Giro100 sulla penisola c’è da dire che si tratta di una tappa sostanzialmente pianeggiante con alcune asperità nella prima parte e con arrivo finale in cima allo strappo di Terme Luigiane. I primi 190 km si svolgono su strada statale a carreggiata ampia e in alcuni tratti a scorrimento veloce priva di incroci a raso. Si supera il GPM a Barritteri e il TV a Mileto. Dopo Marina di Fuscaldo breve salita ripida seguita da una discesa impegnativa che porta ai 15 km dall’arrivo. Da segnalare un tratto a carreggiata separata di circa 600 m e la discesa a tornanti ai 4 km dall’arrivo.

Durante la tappa ci saranno 13 secondi di abbuono massimo in palio per la classifica generale, 3 al secondo traguardo volante e 10 sul traguardo finale per il primo classificato. Vi sono inoltre 90 punti per la classifica della Maglia Ciclamino (classifica a punti) e 10 punti per la Maglia Azzurra di miglior scalatore.

 

vegni traffico selfie quintana1 quintana proco papa nizzolostop nibali1 nibali massi lulu lepalme jungels jojo graipel giro6 giro5 giro2 giro1 giro garibaldini gari falco1 facce3 facce1 facce fabio ballan

FacebookTwitterGoogle+Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *